“Il lavoro appena concluso è forse quello che ho vissuto con più intensità emotiva.”

serie chef Pino Cuttaia (Maggio 2017)

Il legame dello chef cuttaia per la sua sicilia è lo stesso che lega me al mio friuli: il legame dei ricordi e delle tradizioni… io e Pino durante il progetto abbiamo parlato più che di coltelli dei nostri nonni, dei profumi, dell’acqua della roggia e del mare. I coltelli sono nati poi di conseguenza dalle mie mani così come da quelle dello chef nascono i piatti.
I legni dei manici non potevano che essere essenze per lo più non commerciali raccolte rigorosamente in sicilia .
Le forme delle lame questa volta pur mantendo leggerezza, spessore e precisione giapponese richiamano le linee della nostra tradizione.

parliamo di coltelli…

Cuttaia spelucchino:
lama 12 cm affilatura simmetrica manico in legno di ulivo, carrubo, pirainaru

Cuttaia sfiletto:
lama 24 cm affilatura simmetrica manico in legno di ulivo, carrubo, pirainaru

Cuttaia trinciante:
lama 20 cm affilatura simmetrica manico in legno di ulivo, carrubo, pirainaru